La Resistenza a Niguarda – 3/3

Note redatte nella sede dell’A.N.P.I. Sezione “Martiri niguardesi” da una commissione di Garibaldini della 110a Brigata Garibaldi.
Nelle fotografie, momenti dei giorni della Liberazione nelle strade del quartiere.
anpi

25 APRILE 1945

ORE 6
Viene ferito in comandante della colonna tedesca e di conseguenza si arrendono tutti.
Il Comitato di Liberazione Internazionale interviene e prende in consegna tutti i prigionieri.
SI INCOMINCIANO A SENTIRE IN TUTTA MILANO I PRIMI SPARI: LA CITTÀ VERAMENTE ATTACCA.
Per noi è un grande sollievo.


ORE 7
Il Comitato Difesa della Donna si mette a disposizione per il vettovagliamento di tutti i combattenti, che si protrarrà per 10 giorni.

QUASI TUTTE LE DONNE DEL RIONE, INDIPENDENTEMENTE DALL’ETÀ E DAI SACRIFICI (che sono stati veramente molti) HANNO DATO TUTTE SE STESSE FINO ALL’ESTREMO DELLE LORO FORZE IN OGNI CAMPO, ANCHE OPERATIVO E MOLTO PERICOLOSO.

ALCUNE DI LORO HANNO SOSTENUTO I COMBATTENTI DELLA SERATA DEL GIORNO 24 PER TUTTA LA NOTTE E POI DI SEGUITO.
IL LORO CORAGGIO È ARDUO E DIFFICILE DA DESCRIVERE IN OGNI ASPETTO.

A LORO VA IL NOSTRO PIÙ VIVO E SINCERO RINGRAZIAMENTO E, PENSIAMO, IL RINGRAZIAMENTO DI TUTTA MILANO DEMOCRATICA E PARTIGIANA.

SEGUONO POI LE GLORIOSE GIORNATE DELLA LIBERAZIONE DI MILANO FINO AL 5 MAGGIO, ALL’ARRIVO DEGLI ALLEATI.

NIGUARDA, oltre che combattere per le vie del rione, ha dato tutto il contributo possibile dove c’era più bisogno.

18-liberazione 19-liberazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *