In ricordo di Renato Vercesi

Ieri è mancato Renato Vercesi, uno dei nostri iscritti all’ANPI da sempre ( è stato anche presidente della Martiri Niguardesi). Figlio di Luigi, uno dei martiri della resistenza, – tessera onoraria alla memoria della nostra sezione – fucilato per rappresaglia dai nazifascisti insieme ad altri 67 prigionieri del campo di Fossoli. Un papà che Renato che era nato nel 1944 non ha mai avuto modo di conoscere. Siamo vicini a Valeria, Silvia Dario e Alice in questo momento di dolore che sappiamo grande.

Per coloro che non l’avessero conosciuto ricordiamo che Renato Vercesi è stato una persona gentile, che odiava l’arroganza e le prepotenze di ogni tipo, anche quelle verbali Era antifascista nell’animo e con tutto il suo essere, in modo spontaneo, per nulla ideologico. E abbiamo sempre ritenuto questa sua caratteristica una qualità grande. Sapeva riconoscere il fascismo anche sotto mentite spoglie o travisato sotto altri colori.

La sua era un tipo di umanità rara al giorno d’oggi dove l’aggressività sembra la cifra più rilevante in ogni ambito della vita quotidiana. Rifuggeva da ogni tipo di protagonismo personale ed era presente ovunque reputava servisse il suo aiuto. Attivo in ANPI, tra i soci COOP, attraverso il portale niguarda.eu aiutando molte realtà a farsi conoscere, tra le quali il giornale Zona Nove. Era amico di molti ma non di tutti e a questi ultimi non mancava mai di farne sapere il perchè. Pacifico Renato, mai ipocrita. Era insomma una persona piacevole prima ancora che un Compagno e un attivista di sinistra. Rappresentava quel tipo umano che a Niguarda si trova ancora; impegnato fin da giovane per i suoi ideali di sinistra ad essere attivo per cercare di rendere un pò più giusto il mondo che ci circonda. E attivo lo è stato per tutta la vita.

La tragedia del padre lo angustiava ancora adesso dopo così tanti anni. Gli sarebbe piaciuto sapere perchè il padre fosse stato inserito nella lista dei fucilandi e scelto per essere ucciso tra i tanti prigionieri del campo di transito di Fossoli destinati ai campi di sterminio nazista.

Roberto Cenati il presidente provinciale dell’ANPI milanese se lo ricorda a Fossoli non più tardi di alcune settimane or sono alla commemoriazione ufficiale, attivo fino all’ultimo.

 

Ciao Renato

I compagni e le compagne del
Direttivo sezione ANPI Martiri Niguardesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *